Percorso "Imparare con gli altri" Iscrizioni

Aula verde - 6 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

AURORA MANGIAROTTI, ROSANGELA MAPELLI

Inviati speciali per documentare esperienze STEM

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Laboratorio per classi di scuola secondarie di primo grado.

Gli studenti utilizzano il tablet come un laboratorio scientifico; lavorando in gruppo. Grazie ad app specifiche,essi realizzano semplici esperimenti, fanno congetture sulle leggi fisiche che regolano il fenomeno. studiato. L'attività posegue  documentando l'esperienza tramite intervistenei all'interno del gruppo: i ragazzi si mettono in gioco, sono stimolati al confronto con i compagni  e sviluppano competenze sociali e  spirito critico.

 

 

Spazio lavoro - 6 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

ALFONSINA CINZIA TROISI

STEAM bot: “A bottega da Leonardo” con MATATALAB

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Prendendo spunto da un testo che espone idee e macchine di Leonardo, il  laboratorio propone percorsi pratici ed immersivi che integrano esperienze educative di robotica educativa, tinkering, coding e realtà aumentata. Gli studenti saranno stimolati e guidati ad un’attenta osservazione della realtà che li circonda, alla scoperta della geometria della natura, delle proporzioni in modo da rappresentarla e riportarla in forma digitale, alla differenza tra analogico e digitale. Scopriranno che ogni inventore, prima di tutto, deve essere un acuto osservatore. Impareranno attraverso la realizzazione di un progetto leonardesco, che dietro ogni invenzione c’è un trucco: il meccanismo più complicato è una combinazione di macchine più semplici. In collaborazione con Elisa Castelli

Per STUDENTI della Scuola Primaria e  Secondaria di Primo Grado.

Sala arancione - 6 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

GIUSEPPE CORSARO

Esplorazioni virtuali, conoscenza reale - Didattica attiva con Google Earth

Posti ancora disponibili: 64

Dettagli

Come realizzare un percorso didattico per la conoscenza del territorio insieme agli studenti in modo collaborativo. Ricerca, condivisione e lavoro collettivo utilizzando strumenti digitali in tecnologia cloud.

Laboratorio per studenti  della secondaria di primo e secondo grado.

 

Oils lab - 6 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

GIAMPIERO AIROLDI, GIAN NICOLA TARAS

La chitarra di cartone che suona

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Il laboratorio  consiste nel progettare e costruire uno strumento musicale (Chitarra o semplice tastiera) con il kit Makey Makey (scheda capace di far dialogare il computer con qualsiasi oggetto conduttivo) e altri materiali: cartone - carta stagnola - cavi elettronici - colla a caldo ecc…

Attraverso l’uso dello strumento Makey Makey e la costruzione di oggetti concreti e condivisibili, l’allievo diventa centrale e le sue attività generano apprendimento, sviluppando la capacità di risolvere problemi complessi in modo creativo ed efficiente. Gli alunni apprendono  le funzioni di Scratch per la programmazione e riproduzione di suoni.

Laboratorio è diretto a classi discuola secondaria di rimo grado

Oils lab - 6 Marzo 2020 - Ore 11:30-13:00

AURORA MANGIAROTTI, ROSANGELA MAPELLI

Arte in griglia

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Grazie alla comprensione e all’interpretazione di  Istruzioni assegnate con vari tipi di codice e utilizzando le perline, i bambini realizzano la loro opera unendo creatività, logica, sensibilità, . L’obiettivo del  laboratorio è favorire la concentrazione, sviluppare la manualità e la fantasia avvicinando i bambini in modo intuitivo ai metalinguaggi. L’incontro tra i bambini e i colori, tra i bambini e le immagini, tra i bambini e le forme, avviene con la mediazione  del coding unplugged.

Laboratorio per alunni di primaria

Spazio lavoro - 6 Marzo 2020 - Ore 11:30-13:00

GIOVANNA GIANNONE, ALFONSINA CINZIA TROISI

CODYMAZE: l’ora di coding da piazza con la realtà virtuale

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

CodyMaze è un labirinto virtuale nel mondo reale. Nell’ambito del BYOD, ci si muove su una scacchiera 5 x 5 le cui caselle contengono dei QRcode. Apparentemente la scacchiera è libera, ma grazie ai QRcode mostra labirinti sempre diversi che vengono proposti al giocatore da un bot Telegram. Il QRcode su cui arriva ad ogni tappa per verificare di aver eseguito correttamente la sequenza di istruzioni. Durante le varie tappe del gioco vengono proposte sequenze di istruzioni di complessità crescente che introducono tutti i concetti base della programmazione. Al termine del gioco il bot Telegram rilascia un attestato nominale di completamento di un’ora di coding, che riporta l’elenco dei costrutti di programmazione sperimentati durante il gioco.

La partecipazione al laboratorio è destinato alle classi di secondaria di primo grado.

Aula verde - 6 Marzo 2020 - Ore 11:30-13:00

LAURA DE BIAGGI, ANGELA PUGLISI

Robottiamo - I robot per imparare a progettare, creare e pensare

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Un workshop metodologico e pratico sul learning by doing dove progetteremo una lezione STEAM utilizzando la robotica educativa. Alla creatività uniremo la presenza di attuatori e sensori programmabili per progettare, creare e  pensare interessanti attività che coinvolgono lo storytelling, la matematica, la geometria e l’arte.

Laboratorio  diretto a classi di scuola secondaria di primo grado.

Aula rossa - 6 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

ANDREA MANGIATORDI

Progettare e realizzare slide accessibili a sostegno della didattica inclusiva

Posti ancora disponibili: 1

Dettagli

Tutta la teoria della Progettazione Universale potrebbe essere riassunta in una frase: è importante progettare pensando a chi ha più difficoltà, a chi costituisce un "caso limite", piuttosto che limitarsi a pensare al proprio "utente medio". Questo implica una profonda riflessione su quali siano i requisiti che si danno per scontati ogni volta che si produce una presentazione rivolta a un uditorio ad alta variabilità, quale può essere una classe: oggetti fatti per essere visti e per rappresentare concetti, possono produrre barriere proprio per chi abbia difficoltà sensoriali o cognitive. In questo workshop si discuteranno alcuni temi e alcune strategie utili per migliorare l'accessibilità delle slide e per meglio integrarle in percorsi didattici che aspirino ad essere inclusivi.

Aula verde - 6 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

NADIA ABATE, PAOLA PARADISI, DANILO CINCIPIRINI

Crea il tuo cartone animato

Posti ancora disponibili: 9

Dettagli

Per scoprire il libro "Crea il tuo cartone animato", manuale creativo per sperimentare con 12 tecniche del cinema d'animazione: dal “precinema” fino alla pixillation.

Perché il cinema d'animazione non è solamente un'arte per bambini, ma anche un grande strumento di espressione e ricerca per gli adulti.

Così nel 2014 nasce Animàni, collettivo che organizza laboratori di cinema d'animazione 2D per bambini, adulti, insegnanti, gruppi.

Oils lab - 6 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

GIUSEPPE SCHIUMA

Idee in movimento

Posti ancora disponibili: 14

Dettagli

Il workshop è dedicato a docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Si propone, come dice il titolo, di “dare movimento alle idee” accompagnando in modo ludico gli studenti alla scoperta, all’immaginazione, alla progettazione, alla realizzazione ed alla contestualizzazione in ambito disciplinare degli automata: strutture robotiche in grado di compiere azioni e movimenti, in base ad articolazioni e meccanismi di movimento (leve, camme, trasmissioni ed articolazioni) anche con l’utilizzo di schede elettroniche programmate con linguaggi visuali a blocchi, tipo Scratch. La grande versatilità di queste macchine in ottica STEAM consiste nel fatto che possono essere realizzate con strumenti e materiali di facile reperibilità utilizzando conoscenze e competenze transdisciplinari.

Oils lab - 6 Marzo 2020 - Ore 17:30-19:00

ANTONELLA BINAGO

L’attualità del pensiero Montessoriano nell’esperienza di alcune scuole secondarie di primo grado di Milano

Posti ancora disponibili: 23

Dettagli

1870-2019 - 150 anni dalla nascita di Maria Montessori.

Scuola pubblica e Maria Montessori: due realtà che ‘si parlano’ molto all’estero ma stranamente poco in Italia dove la scuola, specialmente la secondaria di primo grado, soffre per la complessità crescente dell’utenza e la progressiva riduzione di attenzione e di risorse da parte delle istituzioni. La proposta didattica di Maria Montessori rappresenta un’opportunità d’innovazione che alcune scuole periferiche di Milano hanno colto, dando origine a un progetto sperimentale che mette al centro le esigenze dei ragazzi promuovendone autonomia, libertà di scelta ed esperienze significative.

Una scelta dettata dal desiderio di cambiamento condiviso da docenti e famiglie per portare i ragazzi a una crescente consapevolezza di sé e del mondo che li circonda.

Aula verde - 7 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

PATRIZIO VIGNOLA

Apprendere ha un futuro antico

Posti ancora disponibili: 62

Dettagli

Dal Sutta del libero arbitrio di Gautama Siddartha, alla pubblicazione della voce il Parco Carlo Urbani sulla Wikipedia da parte di un plesso di scuola primaria.

La narrazione della riflessione sui fondamenti del processo d’apprendimento procede di pari passo con l’applicazione dei suoi esiti ad un progetto realizzato da una classe della scuola primaria Raffaello Sanzio di Bologna.

L’attività, condotta nel corso di un intero quadrimestre, è stata assunta come modello da Indire, Avanguardie Educative, Didattica per scenari.

Sala arancione - 7 Marzo 2020 - Ore 10:00-11:30

FRANCESCA FREDIANI

Mappe narrative dei territori quotidiani

Posti ancora disponibili: 28

Dettagli

La strada percorsa ogni giorno da casa a scuola racchiude un tesoro di storie ed esperienze che possono essere raccontate attraverso la scrittura, e non solo.

Come farlo?

Con quali strumenti?

Cosa significa vedere il territorio con gli occhi dei bambini?

A partire dall'esperienza di "Andata/Ritorno - I bambini raccontano Milano", progetto in collaborazione con Fondazione De Agostini, La Grande Fabbrica delle Parole fornisce spunti e strumenti da utilizzare in classe per far emergere lo sguardo dei bambini a partire dai luoghi che per loro sono significativi, e per costruire mappe insolite e preziose del territorio.

Al termine della formazione verrà consegnato il decalogo per la scrittura delle bambine e dei bambini, dieci consigli  su come avvicinare i bambini alla scrittura come mezzo di espressione e di accesso alla cultura.

Oils lab - 7 Marzo 2020 - Ore 11:30-13:00

GIOVANNA GIANNONE, MARZIA LUNARDI

Non solo tinkering: il mio primo libro interattivo

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Con questo laboratorio interattivo si entrerà nel mondo della conduttività, del suono e dell’elettricità, ma non solo: molto spazio sarà riservato all’inventiva e all’uso della fantasia.

I docenti potranno dare largo spazio alla creatività nell’ideazione di un e-book con materiale di recupero attraverso attività di tinkering, saranno quindi invitati a “pensare con le mani”. L’e-book sarà reso interattivo dall’uso della scheda makey makey, capace di far dialogare il computer con qualsiasi materiale e oggetto conduttivo e  permette così di costruire “design” con i quali interagire utilizzando oggetti comuni che assumono differenti funzioni e nuovi significati.

Si consiglia ai docenti che frequenteranno il laboratorio di dotarsi del proprio computer portatile con la versione 3.0 di Scratch installata, per partecipare in modo attivo alle attività laboratoriali.

Sala arancione - 7 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

LICIA LANDI

Imparare insieme a 360° per includere

Posti ancora disponibili: 51

Dettagli

Il workshop propone, attraverso la presentazione dell’esperienza concreta di una classe, una esemplificazione delle potenzialità didattiche del learning together nella narrazione con la realtà virtuale, ai fini dell'inclusione di studenti stranieri. Nel laboratorio verranno affrontati praticamente i passaggi di un progetto in un ambiente di apprendimento virtuale creativo, con immagini a 360°.

Oils lab - 7 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

ALFONSINA CINZIA TROISI

Digital music con CODYQR

Posti ancora disponibili: 4

Dettagli

Attraverso l’utilizzo del tappeto di CodyRoby, il pubblico viene stimolato ad individuare la sequenza giusta delle note per ricostruire una melodia ascoltata inizialmente, ricercandola attraverso la scansione dei qrcode posti sul tappeto. Questa ricerca  richiede di mettere in campo abilità trasversali di problem solving e permette di familiarizzare con alcuni concetti e simboli di programmazione, quali ad esempio le strutture “ripetizione” e “loop”, presenti tanto nel coding che nella notazione musicale.

Laboratorio per docenti; è richiesto un lettore di QR code nel proprio smartphone.

Aula verde - 7 Marzo 2020 - Ore 16:00-17:30

WIKIMEDIA ITALIA

Creare mappe con OpenStreetMap, la Wikipedia delle mappe

Posti ancora disponibili: 61

Dettagli

OpenStreetMap (OSM), la "Wikipedia delle mappe", è un progetto collaborativo finalizzato a creare mappe a contenuto libero dell'intero pianeta ed è sempre più utilizzata in applicazioni di ogni tipo. Analogamente a Wikipedia, che ha rivoluzionato il modo d'informarsi in rete, OpenStreetMap ha decine di migliaia di contributori (mappatori) che ogni giorno in tutto il mondo aggiungono o migliorano le mappe condividendo le proprie conoscenze del territorio.

In classe l'utilizzo di OpenStreetMap permette una didattica innovativa, attiva e collaborativa dove sperimentare e consolidare competenze digitali, collegandole alla geografia e alla geometria, e competenza trasversali e di cittadinanza attiva. In questo workshop i docenti, muniti del proprio pc, sperimenteranno la mappatura di aree remote del nostro pianeta a fini umanitari,
un'attività di alto valore etico che può essere replicata in classe.

Cantieri - 7 Marzo 2020 - Ore 16:00-17:30

AURORA MANGIAROTTI, ROSANGELA MAPELLI

PUPPET SHOW episodio 2: le creazioni si illuminano

Posti ancora disponibili: 25

Dettagli

Dopo quello del 2019, un nuovo appuntamento per bambini, famiglie, docenti della scuola dell'infanzia e primaria. Laboratorio di tinkering dedicato alla creazione di oggetti, animaletti,  pupazzetti  con materiali poveri e circuiti elementari. 

Aula rossa - 7 Marzo 2020 - Ore 17:30-19:00

CATERINA GIANNOTTI, MARIA PIA MONTAGNA, MASSIMO GONZATO

Il potenziale espressivo della scrittura a mano

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

L’intervento formativo dedicato al potenziale espressivo della scrittura a mano offre l’opportunità di raccogliere spunti per le attività in classe, e di sperimentare pratiche seguendo e interpretando le indicazioni offerte dal libro “Lascia il segno” libro-manuale di Monica Dengo. “Nel corso del nostro workshop – spiegano Caterina e Maria Pia– ci potremo fare, come dice Monica Dengo, ‘un’idea nuova della scrittura a mano. Percorreremo nuovi sentieri, nuovi territori. Esploreremo forme, spazi, equilibri. Per farlo non serve alcuna preparazione specifica. Anzi, chi non conosce nulla di questa pratica e delle sue convenzioni, si divertirà ancora di più, perché troverà tutto nuovo e decisamente stimolante.

Intervento laboratoriale rivolto a docenti di scuola secondaria di primo grado

Oils lab - 7 Marzo 2020 - Ore 17:30-19:00

CESARE BENEDETTI, GERMANA VAGNARELLI

Il Podcast come contenitore culturale d’istituto

Posti ancora disponibili: 22

Dettagli

Molti realizzano video e li condividono in rete. La gestione di un podcast scolastico permette di indirizzare i nostri studenti alla creazione di contenuti culturali e non soltanto ludici. Videolezioni, report, esperimenti, uscite didattiche. Tutto ciò che avviene in ambito scolastico può essere organizzato in un canale comunicativo coerente, sviluppabile e gestibile dagli studenti.

I video didattici sono utili nell’apprendimento poiché garantiscono diffusione e inclusione; demandare la parte operativa per la creazione di podcast ai ragazzi sviluppa la motivazione e la creatività, mettendoli nel ruolo di “autori”, delineando incarichi, responsabilità e facendoli sentire parte di un processo culturale.

Le consuete attività in rete possono trovare nuovi sviluppi e valenze attraverso il podcast.

Proviamo dunque a utilizzare video senza problemi, per lezioni e documentazione, condividiamo sui social e sui siti personali degli studenti, organizziamo staff tecnici, formati da alunni, totalmente in grado di gestire il processo creativo, sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria inferiore.

Di più: la metodologia favorisce la didattica in verticale… 

Fare podcast è decisamente alla portata di tutti.

 

 

Oils lab - 8 Marzo 2020 - Ore 10:30-12:00

FEDERICA SCARRIONE

Luci, suoni, movimento: il robot che fa il nostro gioco!

Posti ancora disponibili: 32

Dettagli

Un laboratorio per ragazzi in cui  impareremo a:

  • conoscere alcune componenti hardware di un robot

  • programmare alcune azioni del robot in un linguaggio semplice e intuitivo

  • lavorare a piccoli gruppi per portare a termine un piccolo progetto e migliorarlo

  • sfidarci simpaticamente alla ricerca della soluzione più efficace

I partecipanti devono portare con sé un notebook personale, dotato di alimentatore e mouse. In questo modo il software e il lavoro resteranno a loro disposizione anche dopo l’evento.

Età consigliata 9-12

Le iscrizioni sono a cura dei genitori.

Sala arancione - 8 Marzo 2020 - Ore 10:30-12:00

ANNA NERVO

Dalla primaria al CPIA: insegnando si impara

Posti ancora disponibili: 91

Dettagli

Passare dalla scuola primaria alle classi del CPIA è stata una sfida importante nel mio percorso professionale. Ho insegnato per anni in un istituto comprensivo dove la tecnologia è di casa e mi sono formata sperimentando in classe metodologie innovative e strumenti digitali. L'anno scorso ho deciso di cambiare. Ho insegnato per un anno al CPIA2 dove la tecnologia spesso è assente, ma è molto alto il livello di umanità che si incontra negli occhi degli alunni, immigrati dai 16 ai 70 anni. Ora faccio parte dell’équipe formativa territoriale in Piemonte. Racconto la mia esperienza di docente per condividere risorse digitali e non, metodologie e pratiche didattiche, opportunità e idee da applicare nel campo educativo e dell'Italiano L2 con gli adulti e con i ragazzi. 

Aula verde - 8 Marzo 2020 - Ore 12:00-13:30

MARIA RITA MANZONI

La Crosslesson: un modello di didattica digitale tra realtà virtuale e gamification

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Si presenterà una lezione costruita attraverso attività di gamification (escape room e caccia al tesoro) che trasformano  i compiti di apprendimento in sfide emozionanti atte a favorire la ricerca, lo sviluppo dell'information literacy, e il cooperative learning, nonché lo sviluppo di competenze di problem solving. Nella fattispecie, a partire da un video che contiene un piccolo mistero si cercherà di ricostruire la vicenda di un personaggio "misterioso" utilizzando la geolocalizzazione. Sarà l'occasione per esplorare le potenzialità dei video 360°, di Google Earth e dell'applicazione Tourbuilder ad esso correlata, nonché dell'applicazione Paneek. Si mostreranno i siti dove reperire i materiali per integrare la VR nella prassi didattica. Si rifletterà con i partecipanti sul modello di Crosslesson come possibilità di integrazione del digitale nella normale prassi didattica.

Oils lab - 8 Marzo 2020 - Ore 14:30-16:00

ROBERTA BARZAGHI , EMANUELE BREVEGLIERI , ROSSELLA CERIOLI , FILIPPO VALENTI

Smonting un workshop per capire cosa c'è... dentro!

Posti ancora disponibili: 22

Dettagli

Smonting, un approccio didattico per scoprire il mondo che si nasconde nel cervello di un computer, nelle viscere di una stampante, nel cuore di un asciugacapelli... Smontare oggetti rappresenta un'esperienza altamente formativa: smontando un oggetto se ne percepiscono le qualità, si intuisce la logica con cui è costruito, si fanno esperienze sull’uso degli utensili e l’applicazione delle procedure di sicurezza, ci si allena a vedere ed immaginare altri usi per i pezzi che vengono recuperati, si comprende il significato della parola “tecnologia”, si applica alla quotidianità il concetto di sostenibilità.

Aula verde - 8 Marzo 2020 - Ore 16:00-17:30

NOEMI MORRONE

TeatroAttivaCultura (TAC): spazio permanente di sperimentazione teatrale e arti performative

Posti ancora disponibili: 43

Dettagli

Il progetto TAC si propone di trasformare la scuola, lo spazio Worm e le Officine Puecher in un luogo di sperimentazione teatrale e performativa a disposizione della cittadinanza del quartiere e della città tutta, aperto a proposte esterne e pronto a collaborazioni e contaminazioni artistiche al fine di creare, attraverso l’arte, occasioni di incontro e inclusione sociale.

TAC vede la scuola come luogo di educazione e cultura diffusa, la scuola oltre la scuola: come polo culturale, motore di rinnovamento, luogo di apprendimento condiviso in cui associazioni multiculturali, cittadini del quartiere e della città, educatori, docenti e alunni lavoreranno insieme per consolidare la coesione sociale, favorire l'integrazione, educare al senso di comunità.  Il progetto nasce per restituire alla comunità educante uno spazio che le appartiene e per usare la scuola come modello, catalizzatore e promotore di inclusione sociale attraverso eventi culturali, laboratori di arti e mestieri, e produzioni artistiche aperte a tutta la cittadinanza.

Aula rossa - 8 Marzo 2020 - Ore 16:00-17:30

CLAUDIA POZZO, LAURA ROMOLI

Grande incanto

Posti ancora disponibili: 68

Dettagli

Immaginateveli, i vostri figli o i vostri studenti, alle prese con il greco e il latino; immaginateveli, i vostri ragazzi che faticano alle scuole medie, alcuni appena giunti nel nostro Paese, altri con sempre appiccicato in fronte il cartellino “straniero”. Immaginateveli insieme, una volta la settimana, a leggere e discutere e riscrivere ….. l’Odissea, le Storie di Erodoto, i diari di Saint Exupery e Charles de Foucauld, l’Eneide di Virgilio. Immaginatevi questi antichi testi trasformarsi - tra le mani di questi ragazzi - in immagini, parole, musiche da presentare sulla scena.  Questa la sfida del laboratorio che da quattro anni, sotto la guida di Claudia Pozzo presso l’istituto Beata Vergine Addolorata, vede insieme,  tutte le settimane da ottobre a maggio, ragazzi e ragazze delle scuole medie e studenti liceali di Milano facendo uscire i “classici” dalla riserva cui sono spesso confinati. Non una scuola di teatro, né uno studio dei classici. Un laboratorio: gomito a gomito, per un’opera comune. Qui nasce la conoscenza, la convivenza, la reciprocità. Ragazze e ragazzi, studenti, autori classici. Un trinomio che orienta tutti i movimenti all’interno del cerchio incantato: perché nessuna scelta può condurre a trascurare qualcuno, nessuna scelta tralascia qualcosa. Certo, l’incanto aiuta, ma come ogni incanto dura poco; eppure dà una mano a pensarsi diversamente da come il mondo degli adulti  induce a considerare i giovani, l’educazione, il sapere.

Ogni anno il lavoro viene presentato nel corso di Bookcity scuole.

Sala arancione - 8 Marzo 2020 - Ore 16:00-17:30

RENATO CAZZANIGA, SABRINA BONAITI, CORRADO COSENZA, ALDINA ARIZZA, FRANCESCO MAISTO, ROBERTO BEZZI

Imparare dentro: “La scuola in carcere”

Posti ancora disponibili: 81

Dettagli

Partendo dalla proiezione di un film prodotto dal CPIA di Lecco presso la casa Circondariale di Lecco nello scorso anno scolastico, sarà presentata una recente pubblicazione a cura del Centro di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti della Lombardia, in collaborazione con la Rete dei Centri, intitolata appunto “lmparare dentro”. Si tratta di uno sguardo al mondo dell’istruzione rivolta ai detenuti, che è sì un mandato costituzionale finalizzato all’innalzamento della scolarità, ma anche e soprattutto la scoperta di una progettualità didattica, dotata di una carica innovativa tale da arricchire e rivoluzionare dal di dentro il modo stesso di fare scuola.

La seconda parte dell'evento è dedicata al tema: Carcere "L’educazione estesa a tutte le fasi della vita"  che vede l’essenza della formazione in età adulta mettere al centro la motivazione, le esperienze e la competenza di vita delle persone stesse. Il carcere, contenitore di complesse adultità, può essere momento di ricostruzione identitaria per i reclusi, anche convenzionalmente collocati nella terza età ma ci interroga sulla reale applicabilità dell’educazione, in un contesto che spesso tende all’omologazione.

Iscrizioni