Programma 7 Marzo 2020 Iscrizioni

Sala blu - Ore 09:30-12:30

SFIDE SPAZIO DS

Le sfide del presente (quale lo stato dell'arte?)

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Modera Paola Guarnieri, conduttrice di Tutti in classe - Rai Radio Uno

Il dirigente scolastico nel 2019 e il rischio burn out. Emanuele Contu introduce e conduce il   Debate -

Vittorio Lodolo D’Oria vs Eleonora Galli

Chi voleva (vuole!) liberare la scuola?

Antonio Fini (gruppo promotore “Liberare la scuola” - 2016)

La leadership educativa, oggi. 

Tavola rotonda. I neo DS: Paolo Fasce, Emanuele Contu, Stefania Giacalone; un DS in zona “di frontiera”; Rossella Stornaiuolo; un DS gentile; Alberto Ardizzone; un DS che ha creato un modello educativo: Marco Orsi (Scuola Senza Zaino).

Aula verde - Ore 10:00-11:30

PATRIZIO VIGNOLA

Apprendere ha un futuro antico

Posti ancora disponibili: 62

Dettagli

Dal Sutta del libero arbitrio di Gautama Siddartha, alla pubblicazione della voce il Parco Carlo Urbani sulla Wikipedia da parte di un plesso di scuola primaria.

La narrazione della riflessione sui fondamenti del processo d’apprendimento procede di pari passo con l’applicazione dei suoi esiti ad un progetto realizzato da una classe della scuola primaria Raffaello Sanzio di Bologna.

L’attività, condotta nel corso di un intero quadrimestre, è stata assunta come modello da Indire, Avanguardie Educative, Didattica per scenari.

Aula rossa - Ore 10:00-11:30

FEDERICA CIRIBì

Educare alla bellezza col metodo Diario Visivo

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Diario Visivo è un metodo avente come obiettivo l’attivazione della creatività nell’adulto e nel ragazzo per accompagnarli nel proprio percorso di crescita e cambiamento. Il fondamento teorico di questo metodo poggia sulla convinzione che tutti gli esseri umani siano dotati di pensiero creativo e che sia necessario aumentare gli stimoli visivi per favorire le connessioni tra conoscenze pregresse ed esperienze in atto, al fine di allargare gli
orizzonti, superare i propri limiti e innescare positivi e consapevoli processi di cambiamento. Il metodo trova favorevole applicazione e sbocco in ambito scolastico, specie nella didattica dell’arte.

Sala arancione - Ore 10:00-11:30

FRANCESCA FREDIANI

Mappe narrative dei territori quotidiani

Posti ancora disponibili: 28

Dettagli

La strada percorsa ogni giorno da casa a scuola racchiude un tesoro di storie ed esperienze che possono essere raccontate attraverso la scrittura, e non solo.

Come farlo?

Con quali strumenti?

Cosa significa vedere il territorio con gli occhi dei bambini?

A partire dall'esperienza di "Andata/Ritorno - I bambini raccontano Milano", progetto in collaborazione con Fondazione De Agostini, La Grande Fabbrica delle Parole fornisce spunti e strumenti da utilizzare in classe per far emergere lo sguardo dei bambini a partire dai luoghi che per loro sono significativi, e per costruire mappe insolite e preziose del territorio.

Al termine della formazione verrà consegnato il decalogo per la scrittura delle bambine e dei bambini, dieci consigli  su come avvicinare i bambini alla scrittura come mezzo di espressione e di accesso alla cultura.

Arena - Ore 10:00-11:30

ANNAMARIA CARUSO, MASSIMILIANO ANDREOLETTI, MICHELA BALCONI, RAFFAELLA SCHIRò

Tavola rotonda: VIDEOGIOCHI: ISTRUZIONI PER L’USO

Posti ancora disponibili: 116

Dettagli

Una proposta della Garante dei diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune di Milano

Abbiamo pensato di discutere con esperti di diverse professionalità, per mettere a fuoco cosa di positivo e cosa di negativo i videogiochi possono indurre sullo sviluppo di bambine/i e ragazze/i, sia in ambito ricreativo sia in ambito didattico.

L’uso dei devices è una realtà che val la pena di utilizzare al meglio per sviluppare e valorizzare tutte le potenzialità delle menti e dei cuori di giovani che crescono.

Ne parliamo con una pediatra, una neuropsicologa dell’età evolutiva, un pedagogista e un rappresentante dell’associazione AESVI che raggruppa produttori e sviluppatori di videogiochi. Il moderatore sarà Dario Paladini, giornalista.

Piazza espositori - Ore 10:00-11:00

GERMANA VAGNARELLI

Think like a programmer

Posti ancora disponibili: 39

Dettagli
Evento realizzato a cura di R-Store

Si sente sempre più frequentemente parlare di coding, molte scuole lo stanno adottando nei loro percorsi di studio e si vuole insegnare agli alunni a “fare coding”.

Ma perché e importante il coding e perchè non dobbiamo sottovalutare le sue potenzialità?

Il coding aiuta i piccoli a pensare in modo creativo e a stimolare la loro curiosità.

Non vogliamo formare una “generazione di programmatori“ ma vogliamo educare al pensiero computazionale che è la capacità di risolvere problemi applicando la logica e ragionando sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione.

Con l’iPad e App come Swift Playgrounds e Scratch si impara a programmare in modo interattivo semplice e divertente.

Oils lab - Ore 10:30-12:00

DILETTA COLOMBO, CHIARA BOTTANI ELISA ZAPPA

Raccontare il LIBRO NELLA GIUNGLA

Posti ancora disponibili: 30

Dettagli

Niente ricette per scegliere "i libri migliori"...solo avventure esplorative alla scoperta della biodiversità editoriale! La libreria SpazioB**K ed Elisa Zappa raccontano il progetto di formazione "Il libro nella giungla" : riflessioni e illuminazioni a partire da tre anni di esperienze, dentro e fuori dalla scuola, insieme ad adulti e ragazzi che hanno esplorato giungle di libri illustrati di tutti i tipi, di tutti gli argomenti, da tutto il mondo e di ogni epoca. Che cosa scegliamo quando siamo liberi e incontriamo la varietà?

In collaborazione con Elisa Zappa arteterapeuta ed operatrice Shiatsu, nel 2007 ha fondato l'associazione culturale Spazio Ars di Legnano. 

Piazza espositori - Ore 11:00-12:00

ALEX WARDEN

A lezione di CLIL!

Posti ancora disponibili: 44

Dettagli
Evento realizzato a cura di International House

Quali stadi di sviluppo attraversa una farfalla? Sapreste descrivere questo ciclo? E in inglese? Partecipate alla nostra dimostrazione pratica di metodologia CLIL e imparatelo con noi! Farete esperienza diretta, nei panni dei vostri studenti, di una lezione di CLIL  per scoprire come vengono insegnate in inglese alcune materie, tra cui la biologia.

Arena - Ore 11:30-13:00

LUCIA SORCE, LAVINIA PINZARRONE, VINCENZO BEVAR, SABRINA DI PAOLA, FRANCESCA BELLUCCI

#tu6scuola - Alziamo la media! Insegnanti di scuola media su metodi e esperienze che rompono le regole

Posti ancora disponibili: 121

Dettagli

Con il progetto #tu6scuola, promosso da CIAI e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, sei città italiane - Ancona, Bari, Città di Castello, Milano, Palermo e Rovellasca - sperimentano un modello educativo inclusivo, integrato e interattivo: Otto azioni entrano nella didattica e nella vita della comunità scolastica, per stimolare la motivazione e il protagonismo dei ragazzi. Tra queste, i “Laboratori Saltaclasse” che, insieme ai professionisti di Cinemovel Foundation, diventano  “Cinegame”, racconti interattivi scritti, interpretati dagli studenti e pubblicati sulla piattaforma cinegame.eu. In un percorso che si articola nell'arco dell'intero anno scolastico, le classi si mescolano tra loro e partecipano a un laboratorio dedicato all'invenzione di storie e alla loro realizzazione audiovisiva, alternando momenti di lavoro con i docenti a momenti pratici e teorici con un team composto da regista, sceneggiatore, formatore teatrale, scenografo e tecnico audiovisivo.  

Al Salone Sfide insegnanti di alcuni degli Istituti coinvolti intervengono per raccontare e condividere buone prassi e esperienze in grado di rendere la scuola ricca di stimoli e di possibilità per tutti gli studenti.

Sala arancione - Ore 11:30-13:00

MILENA SANTERINI, LORELLA CARIMALI, ANDREA GENTILI, AGOSTINO FRIGERIO, MASSIMO CIRRI

I VALORI DELLA SCUOLA

Posti ancora disponibili: 81

Dettagli

Le parole che guidano la nostra ricerca e la nostra riflessione quest’anno sono: imparare con gli altri, insegnare con gli altri, scuola e cittadinanza, libri e libertà. Una scuola che include e una scuola che unisce.

Sono i valori centrali della scuola per un Paese democratico, valori che desideriamo mettere in luce attraverso questo convegno e le numerose testimonianze, le diverse esperienze che stiamo presentando nei seminari, nei laboratori, negli ateliers.

La scuola italiana da quarant’anni ha fatto la scelta dell’inclusione degli allievi con diverse abilità. Ha fatto la scelta della pluralità culturale: e questo pensando non solo ai nuovi italiani, alle prime o seconde generazioni, ma anche ai ragazzi italiani che sono già di per sé portatori di identità plurime e di appartenenze varie. La scuola rappresenta un importante fattore di stabilizzazione per una infanzia e un’adolescenza che vivono condizioni di precarietà e disequilibrio. 

Ancora: recenti ricerche segnalano che l’eccellenza di una scuola non è data solo dai risultati dei suoi allievi migliori, ma dalla capacità di tenere insieme l’eccellenza e la tutela. Se non abbandona studenti lungo la strada, la scuola è migliore. Conoscere e convivere è la sfida dell’eccellenza.

Questo comporta l’esigenza di ampliare i repertori didattici, di socializzare le pratiche di insegnamento, un costante confronto sui contesti di apprendimento. Da una piccola indagine svolta da Sfide, sembra che di ciò siano ben convinti gli insegnanti. 

Oils lab - Ore 11:30-13:00

GIOVANNA GIANNONE, MARZIA LUNARDI

Non solo tinkering: il mio primo libro interattivo

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Con questo laboratorio interattivo si entrerà nel mondo della conduttività, del suono e dell’elettricità, ma non solo: molto spazio sarà riservato all’inventiva e all’uso della fantasia.

I docenti potranno dare largo spazio alla creatività nell’ideazione di un e-book con materiale di recupero attraverso attività di tinkering, saranno quindi invitati a “pensare con le mani”. L’e-book sarà reso interattivo dall’uso della scheda makey makey, capace di far dialogare il computer con qualsiasi materiale e oggetto conduttivo e  permette così di costruire “design” con i quali interagire utilizzando oggetti comuni che assumono differenti funzioni e nuovi significati.

Si consiglia ai docenti che frequenteranno il laboratorio di dotarsi del proprio computer portatile con la versione 3.0 di Scratch installata, per partecipare in modo attivo alle attività laboratoriali.

Aula verde - Ore 11:30-13:00

MARCO MARTUCCI

RADIO STORY: raccontare con la web radio, il digital storytelling e il podcast

Posti ancora disponibili: 3

Dettagli

Oggi la lettura è sempre meno praticata dai giovani. Post e storie sui Social Network sono più letti dei giornali, delle riviste e soprattutto dei libri. Un buon gradimento  si registra in favore degli audiolibri, che sono sempre più a scoltati speilmente durante il tempio speso in viaggi per lavoro. Ma come nascono le notizie, e quali sono i meccanismi di diffusione “On the Air” ? Quali sono le tecniche di di acquisizione e registrazione per poter trasferire una storia dalla carta all'etere attraverso la propria voce? Lo scopriremo insieme grazie a questo laboratorio.



Aula rossa - Ore 11:30-13:00

STEFANIA BASSI

Rodari 4.0

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

La sfida: sperimentare sul cloud le tecniche di invenzione narrativa di Gianni Rodari, creando “binomi fantastici” con i nostri smartphone.In occasione dei 100 anni dalla sua nascita, un workshop dedicato all’autore de  “La grammatica della fantasia”, per riflettere giocando sull’attualità del motto rodariano:  “Tutti gli usi della parola a tutti. Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo”..

Idee, risorse e strumenti, per far conoscere Rodari ai nativi digitali.

Piazza espositori - Ore 12:00-13:00

BENIAMINO DANESE

Esperimenti scientifici con materiali semplici

Posti ancora disponibili: 8

Dettagli
Evento realizzato a cura di Reinventore

In quest'ora il prof. Beniamino Danese mostra una serie di esperimenti con materiali semplici che si possono effettuare direttamente in classe, su scienze / tecnologia / astronomia / corpo umano, anche su temi a richiesta degli insegnanti presenti. Sono tratti dall'esperienza di Reinventore, una società che si propone come una sorta di assistente di laboratorio (anche online), che fornisce idee e racconti di storia della scienza e prepara scatole di materiali e libri per fare esperimenti in classe: sia esperimenti che ogni alunno svolge personalmente sul proprio banco, sia esperimenti "dalla cattedra", con i quali si possono coinvolgere gli alunni a rotazione.

Piazza espositori - Ore 14:00-15:00

ROBERTO VITALI

Come fare la didattica inclusiva con le mappe concettuali online di supermappex

Posti ancora disponibili: 35

Dettagli
Evento realizzato a cura di ANASTASIS COOPERATIVA SOCIALE

Partecipando al workshop imparerai:

Come e perché le mappe nella didattica sono efficaci

A Fare Didattica Inclusiva ma anche Cooperativa e Flipped con le mappe online

Come creare le mappe in modo facile ed utile

A gestire sia la didattica che lo studio a casa in modo efficace condividendo le mappe

A usare gli strumenti per l'inclusione: fare le mappe con la voce e ascoltarle in audio

Aula verde - Ore 14:30-16:00

ANNARELLA PERRA

Cross - lettura, cross-scrittura e tecnologia

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Attività e strumenti per coniugare il piacere della lettura/scrittura con le potenzialità della tecnologia in un mondo di libri da fruire e da condividere all’insegna dell’innovazione.

Oils lab - Ore 14:30-16:00

ALFONSINA CINZIA TROISI

Digital music con CODYQR

Posti ancora disponibili: 5

Dettagli

Attraverso l’utilizzo del tappeto di CodyRoby, il pubblico viene stimolato ad individuare la sequenza giusta delle note per ricostruire una melodia ascoltata inizialmente, ricercandola attraverso la scansione dei qrcode posti sul tappeto. Questa ricerca  richiede di mettere in campo abilità trasversali di problem solving e permette di familiarizzare con alcuni concetti e simboli di programmazione, quali ad esempio le strutture “ripetizione” e “loop”, presenti tanto nel coding che nella notazione musicale.

Laboratorio per docenti; è richiesto un lettore di QR code nel proprio smartphone.

Sala arancione - Ore 14:30-16:00

LICIA LANDI

Imparare insieme a 360° per includere

Posti ancora disponibili: 51

Dettagli

Il workshop propone, attraverso la presentazione dell’esperienza concreta di una classe, una esemplificazione delle potenzialità didattiche del learning together nella narrazione con la realtà virtuale, ai fini dell'inclusione di studenti stranieri. Nel laboratorio verranno affrontati praticamente i passaggi di un progetto in un ambiente di apprendimento virtuale creativo, con immagini a 360°.

Arena - Ore 14:30-16:00

M GRAZIA DEMARIA ANGELA IZZUTI LUCA AZZOLLINI SABINA MINUTO ANNAMARIA ZERBONI

La formazione tecnico-professionale cosa offre oggi? che cosa chiede?

Posti ancora disponibili: 139

Dettagli

Da alcuni anni è in corso una riflessione e un serio lavoro di rivalutazione di questi ordini  di scuola, spina dorsale per la tenuta e lo sviluppo dell’industria italiana, e quindi del livello di benessere del Paese. 

Un primo handicap la formazione tecnica e professionale deve superarlo in terza secondaria di primo grado, in sede di Orientamento: se sei bravo a scuola, e cioè se sei bravo in italiano e matematica, vai al liceo. Un altro svantaggio è di tipo socio-culturale: la mentalità generale considera gli istituti tecnici e professionali scuole poco prestigiose e quindi di ripiego. La recente riforma dei professionali del 2017 (DL 61) ha introdotto tante novità quali un approccio interdisciplinare e una metodologia laboratoriale, ma non sufficienti a scardinare l’idea che esse siano scuole di serie B.  La terza causa riguarda lo stato dell’istruzione tecnica superiore. Da anni in Italia esiste un problema irrisolto, e cioè creare un biennio o un triennio di istruzione tecnica superiore professionalizzante (post-scolastica): l’attivazione dei corsi IFTS attualmente è gestita dalle Regioni, nell’ambito delle loro competenze esclusive in materia di programmazione dell’offerta formativa e siamo ben lontani dall’avere standard comuni. L’università inoltre ha fortemente contribuito a soffocare l’autonomia di una possibile istruzione tecnica superiore. La sperimentazione avviata nel 2010 degli ITS (Istituti tecnici superiori) serve moltissimo, ma rimane ancora con numeri di iscritti troppo bassi. Se non vediamo nell’alta formazione tecnologica una fonte di approvvigionamento di risorse indispensabili, non ce la faremo. Al suo sviluppo è condizionato il futuro del nostro Paese. D’altra parte, viene letto come un segnale di ripresa della formazione tecnico-professionale proprio l’aumento delle iscrizioni all’università dei diplomati che escono da queste scuole (dal 22,7% dell’a.a. 2011/12 al 26% dell’a.a. 2017/18, fonte Ufficio Stampa Consiglio Naz. Periti). Anche se i dati delle iscrizioni sono ancora lontani dagli anni Novanta e dall’inizio secolo, quando oltre il 44% dei diplomati e il 35% delle matricole universitarie proveniva dai tecnici. I numeri stanno lentamente cambiando e sembrano dare ragione a chi in tutti questi anni ha lavorato per migliorare la didattica, l’attenzione ai ragazzi, l’innovazione tecnologica, i rapporti con le imprese. Tutto in concomitanza forse con una più avvertita consapevolezza dell’importanza del ruolo che la formazione tecnica e professionale assume per l’economia del nostro Paese. C’è un margine per incentivare socialmente gli istituti tecnici e professionali: esso serve per moltiplicare i posti di lavoro e mettere in giusto rilievo la dignità e la grandezza del “fare”. Ci sono esperienze di provata eccellenza che consentono l’acquisizione di competenze strategiche, in un contesto di inclusione, e in una prospettiva direttamente legata al lavoro, senza dimenticare l'istruzione umanistica!

Crocevia di queste dinamiche sociali e formative, la formazione tecnico-professionale oggi cosa può offrire? E cosa chiede?

Ne parliamo con alcuni dei protagonisti che in questi anni hanno condotto esperienze di eccellenza e quindi ben conoscono problemi e prospettive di miglioramento.

Sala blu - Ore 14:30-18:00

SFIDE SPAZIO DS

Le sfide del futuro (think positive!)

Posti ancora disponibili: 2

Dettagli

Introduce e modera Alessandra Migliozzi, funzionaria MIUR, già capo ufficio stampa MIUR. E' prevista la presenza del sottosegretario Lucia Azzolina. 

Per una scuola maggiormente inclusiva e partecipativa Dario Ianes, docente universitario ed editore Centro Studi Erickson. 

Verso una P.A. Smart…

Francesca Di Liberti introduce e conduce il Debate  

Davide D’Amico (Dirigente DIGIPER MIUR) vs Antonio Fini (Dirigente Scolastico)

La leadership educativa, domani.  Idee e Movimenti.

L’innovazione nella scuola, ambienti di apprendimento e nuove metodologie. Avanguardie Educative INDIRE (Alessandra Rucci)

LabSto21 (Anna Maria Carbone)

Scuole Green: verso un curricolo sostenibile (Lucia Presilla, Maria Grazia Lancellotti, Carlo Firmani)

Conclusioni

Aula rossa - Ore 14:30-16:00

FEDERICA BUGLIONI, PATRIZIA BUONORA, CATERINA GUFFANTI, MONICA TAMBURRINI

MANGIARE A SCUOLA: il cibo in classe

Posti ancora disponibili: 37

Dettagli

Un FOOD TALK a Sfide, per raccontare le buone pratiche che vale la pena diffondere per ripensare la relazione ‘educazione - cibo’.  

Nella vita dei bambini, il cibo è il più interdisciplinare dei materiali. Accende l’interesse per la scienza, la storia, il linguaggio e l’ambiente; permette di realizzare percorsi didattici che uniscono conoscenza, affettività, immaginazione, esperienza sensoriale, scoperta di sé e dell’altro. Quando non chiudiamo gli alimenti nell’ambito dell’educazione nutrizionale, allora ci apriamo a uno sguardo diverso e il cibo acquista valore, torna a essere un bene primario, portatore di contenuti, stimoli e simboli. Con un pizzico di teoria e tanti esempi pratici di attività realizzate nella scuola pubblica (infanzia e primaria), racconteremo come uova, frutta e legumi, da semplici oggetti commestibili, sono diventati strumenti per esplorare il mondo e per stabilire un legame tra la salute della persona e quella del pianeta.

Arena - Ore 16:00-17:30

SABINA MINUTO, ELISA GOLINELLI

Amano leggere. Sanno scrivere.

Posti esauriti

Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

Dettagli

Una presentazione -laboratorio  in cui sarà possibile sperimentare una delle tecniche più importanti del WRW: la minilesson. 

Per chi vuole cominciare a lavorare con la  metodologia del Writing e Reading Workshop,  ormai usata in Italia da molti docenti, sarà presentata una guida da Elisa Golinelli e Sabina Minuto, autrici del libro “ Amano leggere. Sanno scrivere” .

Piazza espositori - Ore 16:00-17:00

ANDREA MARICELLI

Apple Education - Dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo (Accessibilità e inclusione, creatività, AR)

Posti ancora disponibili: 53

Dettagli
Evento realizzato a cura di C&C

In questo workshop approfondiremo l’incredibile accessibilità dei prodotti Apple e Pearson, percorrendo una strada che ci porterà dagli atomi allo spazio profondo attraverso i più innovativi contenuti editoriali scientifici e i più efficaci strumenti digitali: libri liquidi, funzioni di accessibilità ed inclusione, realtà aumentata sono solo alcuni dei punti che toccheremo, d’altronde... Il cielo è il limite. 

Sala arancione - Ore 16:00-17:30

LIBORIO CALì

Coniugare il Service Learning a Scuola Territorio e Cittadinanza

Posti ancora disponibili: 68

Dettagli

Il workshp si apre con la presentazione della cornice teorica del Service Learning e la narrazione di esperienze didattiche realizzate.allo scopo dii valorizzare il territorio e progettate secondo il seguente modello:

  • analisi di un bisogno presente nella comunità.
  • progettazione di un intervento didattico con la realizzazione di esperienze di cittadinanza attiva
  • restituzione alla comunità con una soluzione del problema o del bisogno di partenza

 Il workshop prosegue con una attività laboratoriale in cui i partecipanti  potranno sperimentare l'utilizzo dei Codici QR come strumenti per  il Service Learning.

     

    Aula verde - Ore 16:00-17:30

    WIKIMEDIA ITALIA

    Creare mappe con OpenStreetMap, la Wikipedia delle mappe

    Posti ancora disponibili: 62

    Dettagli

    OpenStreetMap (OSM), la "Wikipedia delle mappe", è un progetto collaborativo finalizzato a creare mappe a contenuto libero dell'intero pianeta ed è sempre più utilizzata in applicazioni di ogni tipo. Analogamente a Wikipedia, che ha rivoluzionato il modo d'informarsi in rete, OpenStreetMap ha decine di migliaia di contributori (mappatori) che ogni giorno in tutto il mondo aggiungono o migliorano le mappe condividendo le proprie conoscenze del territorio.

    In classe l'utilizzo di OpenStreetMap permette una didattica innovativa, attiva e collaborativa dove sperimentare e consolidare competenze digitali, collegandole alla geografia e alla geometria, e competenza trasversali e di cittadinanza attiva. In questo workshop i docenti, muniti del proprio pc, sperimenteranno la mappatura di aree remote del nostro pianeta a fini umanitari,
    un'attività di alto valore etico che può essere replicata in classe.

    Oils lab - Ore 16:00-17:30

    GIUSEPPINA CANNELLA, GIUSEPPINA RITA JOSE MANGIONE, MICHELLE PIERI, INDIRE PROGETTO "PICCOLE SCUOLE"

    Le piccole scuole insegnano! Un Movimento nazionale per fare della piccola scuola un laboratorio di innovazione.

    Posti ancora disponibili: 26

    Dettagli

    Il workshop vuole essere un momento di confronto attivo con i docenti e dirigenti e l'occasione per mostrare come la piccola scuola può innovare in termini didattici e organizzativi.

    Verrà presentato il Movimento delle Piccole Scuole  e discusso, anche attraverso la visione di casi di piccole scuole innovative, il Manifesto e i principi intorno a cui oggi si riconoscono circa 300 istituti (e oltre 1200 plessi). Il lavoro del gruppo INDIRE caratterizzato dalla rilevazione del profilo della piccola scuola italiana e  di metodi in grado di cambiare l'offerta educativa nei contesti più fragili, così come nell'accompagnare i docenti tramite percorsi di formazione e sperimentazione, viene restituito attraverso la testimonianza di alcuni docenti e dirigenti e al contempo attraverso  "I Quaderni delle Piccole scuole". "Storie", "Strumenti" e "Studi" verranno richiamati dai Ricercatori per mostrare "tracce di cambiamento" facendo  del raccordo con il territorio, dell'esperienza della pluriclasse e della distanza elementi chiave da cui ripartire per costruire pratiche innovative e in grado di restituire alla piccola scuola una identità di presidio culturale a cui non rinunciare. 

     

    Riferimenti

    Sito del Movimento delle Piccole Scuole  http://piccolescuole.indire.it/

    Per aderire al Movimento  http://piccolescuole.indire.it/il-progetto/aderisci/

     

    Aula rossa - Ore 16:00-17:30

    CLAUDIA PALTRINIERI, SANDRA COCCO, GIAMPIERO MONACA

    MANGIARE A SCUOLA, le strategie anti-spreco

    Posti ancora disponibili: 49

    Dettagli

    Un FOOD TALK a Sfide, per raccontare le buone pratiche che vale la pena diffondere per ripensare la relazione ‘educazione - cibo’.

    Il 29,5% del cibo in mensa viene buttato. La stessa proporzione si registra a livello globale con circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti gettati ogni anno, che corrispondono a un terzo del cibo prodotto.La necessità di adottare misure per ridurre gli sprechi a scuola è importante per migliorare la sicurezza alimentare e nutrizionale dei bambini e per ridurre la pressione sulle risorse naturali e sul clima. Responsabilizzare tutti gli attori che ruotano intorno alla mensa scolastica è il primo passo per affrontare il problema. Tra gli esempi più concreti e facilmente replicabili proposti, ci sono due storie raccontate attraverso l’intervento di due insegnanti Sandra Cocco, di Chieti, e Giampiero Monaca, di Asti, che sono stati capaci di insegnare ai bambini il valore del pasto e di trovare soluzioni per trasformarlo in risorsa.

    Cantieri - Ore 16:00-17:30

    AURORA MANGIAROTTI, ROSANGELA MAPELLI

    PUPPET SHOW episodio 2: le creazioni si illuminano

    Posti ancora disponibili: 25

    Dettagli

    Dopo quello del 2019, un nuovo appuntamento per bambini, famiglie, docenti della scuola dell'infanzia e primaria. Laboratorio di tinkering dedicato alla creazione di oggetti, animaletti,  pupazzetti  con materiali poveri e circuiti elementari. 

    Piazza espositori - Ore 17:00-18:00

    GIAN MARCO MALAGOLI

    L'abaco Soroban: l'arte del calcolo veloce e preciso nell'infanzia e nella primaria

    Posti ancora disponibili: 42

    Dettagli
    Evento realizzato a cura di Sapyent

    Sono noti da decenni in letteratura gli effetti della didattica basata sull’abaco giapponese Soroban, strumento che consente nei bambini in età evolutiva – oltre al potenziamento delle abilità di calcolo sulle quattro operazioni fondamentali – anche lo sviluppo di importanti funzioni cognitive quali, tra le altre, la memoria di lavoro, la memoria visiva ed uditiva, l’abilità di visualizzazione del numero e delle quantità, la concentrazione, la capacità di ascolto e la motricità fine. In particolare, gli studi dimostrano come il Soroban sviluppi proprio le capacità nel calcolo mentale e che molto forte è il legame tra calcolo mentale e cognizione numerica, quest’ultima definita sia come la capacità di comprendere ed interpretare i numeri e le operazioni, sia come quella di utilizzare tale conoscenza in modo flessibile per poter padroneggiare situazioni problematiche di tipo numerico. La strategia didattica MagicoAbaco adatta alla scuola italiana le tecniche delle scuole giapponesi ed asiatiche mantenendone e rinforzandone con la metacognizione la grande efficacia formativa, come testimoniano gli insegnanti che l'hanno adottato da più anni in oltre 150 classi di tutta Italia.

    Aula verde - Ore 17:30-19:00

    PAOLO QUADRINO

    Convegno su l'Educazione Civica

    Posti ancora disponibili: 45

    Dettagli

    L’Educazione Civica è la nuova materia con voto autonomo che la nuova Legge 92/2019 ha introdotto a partire dal prossimo anno scolastico 2019/2020 con 33 ore annuali. Si tratta di un insegnamento trasversale per ogni grado scolastico che affronta tematiche non soltanto riguardanti Costituzione, Istituzioni o organismi internazionali, ma si estende ad ambiti quali Agenda 2030, cittadinanza digitale, elementi di diritto del lavoro, educazione ambientale, patrimonio culturale, educazione alla legalità, contrasto alle mafie e formazione in materia di protezione civile. Durante l’incontro verranno analizzate le opportunità e le criticità di questa nuova materia che vuole formare cittadini responsabili, attivi e consapevoli alla vita civica, culturale e sociale.

    Arena - Ore 17:30-19:00

    GIORDANO GOLINELLI, CARLO GUAITA, LAURA MOLINAI, ELEONORA PUDDU, ALICE ACCARDI

    Il lato C. Come valutare le competenze di cittadinanza contro il cambiamento climatico

    Posti ancora disponibili: 117

    Dettagli

    I progetti scolastici di Educazione alla cittadinanza globale hanno come obiettivo comune quello di modificare attitudini e comportamenti rispetto ai grandi temi mondiali. È un compito arduo ma non estraneo a quello della scuola in generale, che non ha il solo obiettivo di insegnare, ma anche quello di educare a essere cittadini. E questo è difficile in entrambi i casi. Soprattutto è difficile misurare e valutare il livello di “buona cittadinanza” acquisito. Per quanto in caso di temi rilevanti - come il cambiamento climatico - sia sempre utile dire e fare qualcosa, ci si chiede cosa resti di quel che si è fatto, se i giovani siano poi in grado di mettere in atto il cambiamento. L’incontro vuol presentare alcune esperienze innovative di educazione alla cittadinanza globale attiva e confrontarsi (anche con i partecipanti) su un modello di valutazione delle competenze di cittadinanza acquisite, attualmente in fase sperimentale.

    Sala arancione - Ore 17:30-19:00

    PIERO DE LUCA, PAOLA COTTICELLI

    Il Pensiero Politropico: strategie di apprendimento metacognitivo per una Educazione alla Cittadinanza Globale

    Posti ancora disponibili: 71

    Dettagli

    L’Educazione alla Cittadinanza Globale è la chiave per sviluppare nei giovani il senso di appartenenza a una comune umanità a livello globale. L’ambizione è quella di formare cittadini del mondo, capaci di rispettare se stessi, gli altri e la natura di cui sono parte; renderli responsabili del loro agire e consapevoli della necessità di creare un mondo più giusto e più equo attraverso alcuni processi formativi essenziali, come lavorare per destrutturare le false conoscenze ed i pregiudizi, educare alla flessibilità cognitiva, educare alla complessità del reale, sviluppare nuove narrazioni del mondo, valorizzare la pedagogia dell’errore, educare al valore della differenza. Questa visione dell’Educazione presuppone però anche un approccio didattico radicalmente nuovo, incentrato su una didattica metacognitiva che coniughi il pensiero verticale, legato alla logica classica, con il pensiero laterale vicino alle teorie di E. De Bono. Il primo mette in guardia dal pericolo sociale di un ragionamento induttivo tipo “Gli italiani sono tutti mafiosi!”, o spiega, il paradosso di una frase come “Non sono razzista, però…”; il secondo aiuta a liberarsi strutturalmente dal pre-giudizio e a riguardare ogni volta le situazioni, da una nuova prospettiva. A questa particolare frontiera dell’Educazione è stato dato il nome di pensiero POLITROPICO, un chiaro omaggio all’Ulisse politropo, uomo dall’ingegno versatile, virtuoso e affamato di conoscenza, che rischia la vita per solcare nuove strade non ancora battute, volgendo il suo ingegno flessibile nelle direzioni più disparate e che attraverso la cooperazione con i suoi simili è in grado di sviluppare autonomia e resilienza ai mali e alle minacce del mondo.

    Oils lab - Ore 17:30-19:00

    CESARE BENEDETTI, GERMANA VAGNARELLI

    Il Podcast come contenitore culturale d’istituto

    Posti ancora disponibili: 23

    Dettagli

    Molti realizzano video e li condividono in rete. La gestione di un podcast scolastico permette di indirizzare i nostri studenti alla creazione di contenuti culturali e non soltanto ludici. Videolezioni, report, esperimenti, uscite didattiche. Tutto ciò che avviene in ambito scolastico può essere organizzato in un canale comunicativo coerente, sviluppabile e gestibile dagli studenti.

    I video didattici sono utili nell’apprendimento poiché garantiscono diffusione e inclusione; demandare la parte operativa per la creazione di podcast ai ragazzi sviluppa la motivazione e la creatività, mettendoli nel ruolo di “autori”, delineando incarichi, responsabilità e facendoli sentire parte di un processo culturale.

    Le consuete attività in rete possono trovare nuovi sviluppi e valenze attraverso il podcast.

    Proviamo dunque a utilizzare video senza problemi, per lezioni e documentazione, condividiamo sui social e sui siti personali degli studenti, organizziamo staff tecnici, formati da alunni, totalmente in grado di gestire il processo creativo, sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria inferiore.

    Di più: la metodologia favorisce la didattica in verticale… 

    Fare podcast è decisamente alla portata di tutti.

     

     

    Aula rossa - Ore 17:30-19:00

    CATERINA GIANNOTTI, MARIA PIA MONTAGNA, MASSIMO GONZATO

    Il potenziale espressivo della scrittura a mano

    Posti esauriti

    Potrai comunque iscriverti alla lista di attesa

    Dettagli

    L’intervento formativo dedicato al potenziale espressivo della scrittura a mano offre l’opportunità di raccogliere spunti per le attività in classe, e di sperimentare pratiche seguendo e interpretando le indicazioni offerte dal libro “Lascia il segno” libro-manuale di Monica Dengo. “Nel corso del nostro workshop – spiegano Caterina e Maria Pia– ci potremo fare, come dice Monica Dengo, ‘un’idea nuova della scrittura a mano. Percorreremo nuovi sentieri, nuovi territori. Esploreremo forme, spazi, equilibri. Per farlo non serve alcuna preparazione specifica. Anzi, chi non conosce nulla di questa pratica e delle sue convenzioni, si divertirà ancora di più, perché troverà tutto nuovo e decisamente stimolante.

    Intervento laboratoriale rivolto a docenti di scuola secondaria di primo grado

    Piazza espositori - Ore 18:00-19:00

    ELENA PEDRAZZOLI, ADRIANA ESPOSITO, SIMONA FIORENTINO

    Matematica favolosa con il coding per sviluppare il pensiero computazionale

    Posti ancora disponibili: 41

    Dettagli
    Evento realizzato a cura di Anicia Edizioni

    Matematica Favolosa è un progetto didattico per il secondo ciclo della scuola primaria, per sviluppare - attraverso attività didattiche insolite, esercizi specifici e suggerimenti per gli insegnanti - il pensiero computazionale. Abilità che andrebbe incrementata fin dall’infanzia, a scuola, perché aiuta a pensare meglio, in modo originale e mai ripetitivo. Il percorso didattico proposto utilizza strumenti utili, flessibili e ludici  per le attività di ogni giorno nell’insegnare la matematica. A questo scopo, il filo conduttore sono le avventure di Mister Ram, Chip e Microp, che accompagnano i bambini durante le attività e gli esercizi pensati per sviluppare il pensiero computazionale

    Iscrizioni