Gli eventi del percorso "Educazione al patrimonio dei musei" Iscrizioni

Sala Blu - 8 Marzo 2019 - Ore 10:00-13:00

TAVOLA ROTONDA

Educazione al patrimonio dei musei

Posti ancora disponibili: 19

Dettagli

Un focus dell'edizione 2019 di Sfide è l'educazione al patrimonio dei musei.

La mattinata è dedicata all'incontro tra musei e scuola, è l'occasione per i musei di presentare e condividere con le scuole la ricerca e l'innovazione sviluppata nei propri servizi educativi . Durante la mattinata illustreranno i loro progetti sei musei della Regione Lombardia, scelti perché offrono progetti validi per tutti i gradi scolastici, multidisciplinari, co-progettati fra scuola e museo. I percorsi presentati utilizzano metodologie didattiche innovative e favoriscono pratiche di inclusione dei bambini provenienti da altre culture.

I musei della mattinata: Museo Archeologico della Val Sabbia, Gavardo (BS); GAMeC, Bergamo; Musei civici Casalmaggiore (CR); MUST, Museo del territorio Vimercatese; Villa Lonati, Comune di Milano.

Piazza - 8 Marzo 2019 - Ore 10:00-11:30

CHIARA LANZANI

VR e Musei

Posti ancora disponibili: 22

Dettagli
Evento realizzato a cura di Monti & Russo Digital Srl

Scaletta:

  • Le collezioni VR dei principali musei
  • Google Arts and culture; Arts project
  • Storytelling museale: il Maga di Gallarate e il PON sul sacro contemporaneo
  • Strumenti: Virtours e App Vrseum

Abstract: L’intervento, della durata di un’ora e mezzo, sarà suddiviso in due parti. La prima sarà volta a documentare i principali progetti applicativi della realtà virtuale nella realtà museale, illustrando le iniziative in tal senso dei principali musei mondiali e il progetto Arts and culture di Google. La seconda parte sarà invece dedicata all’approfondimento teorico pratico degli strumenti disponibili per la realizzazione di uno storytelling legato alla collezione di un museo. Verrà in tal senso utilizzato come esempio il progetto, attualmente in fieri, avviato dal Polo per l’innovazione digitale in collaborazione col Maga di Gallarate.

Sala Blu - 8 Marzo 2019 - Ore 14:00-15:30

RICERCHE TRA SCUOLA, PATRIMONI E UNIVERSITà

La piattaforma MOBARTECH e l'ambiente collaborativo Pollicina.

Posti ancora disponibili: 108

Dettagli

Due progetti di ricerca e azione con le scuole sul patrimonio culturale:

  1. MOBARTECH. Una piattaforma tecnologica per lo studio e la valorizzazione di beni storico-artistici

Conosci Mantova? Conosci Sabbioneta? Che cosa vuol dire sito Unesco?
Come poter lavorare a scuola con queste tematiche?
Come lavorare con molti pubblici diversi?Una ricerca in campo educativo per trovare un senso d’appartenenza cittadino al sito Unesco di Mantova e Sabbioneta e creare innovazione e sviluppo industriale.

MOBARTECH è un progetto finanziato con fondi FSeR che vede coinvolte cinque
imprese, due istituti di ricerca, tre Università, un museo, un luogo d’interesse culturale e
due città con l’obiettivo di creare un laboratorio mobile in grado di fornire analisi tecnico-
scientifiche su beni culturali la cui movimentazione risulta difficile, se non impossibile a
causa della natura delle opere (affreschi, opere monumentali, beni architettonici, gravi stati
di degrado, etc.) permettendo ai pubblici di accedere sempre e comunque ai beni oggetto
di intervento.
In occasione di SFIDE 2019 il gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze della
Formazione Riccardo Massa dell’Università Bicocca racconterà la sfida ingaggiata per il
caso studio sul UNESCO di Mantova e Sabbioneta:
creare un processo di appartenenza e di appropriazione da parte della comunità che
favorisca il rispetto e la cura di beni architettonico paesaggistici che difficilmente sono
considerati dai loro abitanti come un patrimonio culturale.
In una staffetta tra ricercatori e amministratori locali si racconterà del lavoro di
co costruzione dei saperi intrapreso con i cittadini.
L’obiettivo finale sarà la valorizzazione del contesto urbano come luogo di relazione tra i
beni culturali e i valori, le tradizioni e le storie delle comunità.
Come lo faranno? Attraverso la raccolta delle testimonianze dei cittadini: dalle scuole alle
associazioni, fino ai singoli abitanti di sempre o solo di un giorno e un progetto di
alternanza scuola lavoro.

           2. Pollicina: uno strumento collaborativo per costruire percorsi culturali tematici

Pollicina definisce un ambiente collaborativo coordinato per produrre percorsi partecipati di avvicinamento ai beni culturali (beni a disposizione dei siti museali). L’idea guida è di far creare agli studenti di ogni ordine e grado un itinerario tematico inter-museale che ha il fine di arricchire l’azione didattica ed educativa. La didattica collaborativa tra gruppi di pari crea una sinergia per la produzione attiva dei percorsi. Un contesto di lavoro di tipo collaborativo porta lo studente a migliorare la conoscenza di sé, acquisire un maggior autocontrollo, e ad avere un rispetto delle regole.

L'intervento sarà articolato in una presentazione della piattaforma di Pollicina e della metodologia, con l’obiettivo di permettere al pubblico partecipante di produrre un percorso tematico articolato tra i beni culturali degli enti culturali eterogenei che hanno aderito al progetto. I partecipanti saranno suddivisi in gruppi e sperimenteranno l’approccio didattico collaborativo tramite il paradigma del “flipped learning” dove l’uso della tecnologia è vista in supporto alle pratiche di apprendimento al fine di: (1) stimolare la creazione di comunità di apprendimento – i partecipanti potranno documentare e condividere la propria esperienza, (2) apprendimento collaborativo – i partecipanti potranno migliorare le proprie competenze sulla tematica dei percorsi, interagendo con colleghi ed esperti, (3) l’adozione di nuovi spazi di lavoro – i partecipanti e gli esperti potranno aderire ad aree di lavoro virtuali per condividere idee e progetti, ecc.

Il progetto Pollicina è supportato dal Programma Operativo Regionale (POR) del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014-2020.

Sala Blu - 9 Marzo 2019 - Ore 10:00-13:00

TAVOLA ROTONDA

Educazione al patrimonio dei musei

Posti ancora disponibili: 38

Dettagli

Un focus dell'edizione 2019 di Sfide è l'educazione al patrimonio dei musei. La mattinata è dedicata all'incontro tra musei e scuola, è l'occasione per i musei di presentare e condividere con le scuole la ricerca e l'innovazione sviluppata nei propri servizi educativi . Durante la mattinata illustreranno i loro progetti sei musei della Regione Lombardia, scelti perché offrono progetti validi per tutti i gradi scolastici, multidisciplinari, co-progettati fra scuola e museo. I percorsi presentati utilizzano metodologie didattiche innovative e favoriscono pratiche di inclusione dei bambini provenienti da altre culture. I musei della mattinata: Civiche Raccolte d'Arte di Palazzo Maliani Cicogna, Busto Arsizio; MA.*GA di Gallarate; Museo delle Storie, Bergamo; MUSIL Museo dell'industria e del lavoro di Brescia; Museo Popoli e Culture – PIME, Milano;; Palazzo Reale, Milano; Museo Villa Carlotta, Lago di Como

Sala Blu - 9 Marzo 2019 - Ore 14:00-15:30

PIETRO CLEMENTE, MARIO TURCI

Oggetti per narrare, oggetti per conoscersi.

Posti ancora disponibili: 63

Dettagli

Esistono oggetti, che hanno parole e pensieri da far conoscere. Esistono musei in cui i pensieri e le parole, diventano narrazioni di patrimoni di vita e di umanità. Nei musei in cui il patrimonio conservato non è mera occasione di presentazione ed esposizione alla vista, ma motivo di narrazione e d’interpretazione condivisa, gli oggetti e le opere trovano cittadinanza e parole nella comunità di chi ha la pazienza di ascoltare e di indagarne la vita e le vicende. Nei musei degli oggetti parlanti, le cose tracciano sentieri e discorsi, diventano orme da seguire e porte attraverso le quali inoltrarsi nelle umanità del quotidiano e come diceva Ettore Guatelli, nelle “meraviglie dell’ ovvio”. In tal senso i musei possono offrirsi quali luoghi di scambio, d’interpretazione condivisa, di dialogo e d’incontro, capaci di fare dei beni comuni, patrimoni attivi per la vita e la socialità.

Spazio Comune - 9 Marzo 2019 - Ore 15:30-17:00

FRANCESCA FREDIANI

Come portare il museo a scuola. Il progetto #Fuorimuseo de La Grande Fabbrica delle Parole

Posti ancora disponibili: 53

Dettagli

Come portare il museo a scuola? Un racconto dell’esperienza de La Grande Fabbrica delle Parole alla scuola san Paolino nel quartiere Barona, periferia sud occidentale di Milano, e del viaggio dei reperti tra la scuola e il Castello sforzesco, integrata con spunti laboratoriali per i docenti. #FuoriMuseo è un progetto de La Grande Fabbrica delle Parole in partnership con i Musei del Castello Sforzesco e con l‘Area Valorizzazione Patrimonio Artistico e Sicurezza della Direzione Cultura del Comune di Milano. È un esperimento che ha portato i Musei del Castello in periferia e la periferia al Castello, ha insegnato ai bambini ad abitare il museo sentendosi a casa, e ha insegnato agli adulti a guardare l’arte attraverso lo sguardo meraviglioso dei bambini. Perché l’arte e la cultura siano davvero per tutti, nessuno escluso. La Grande Fabbrica delle Parole è il primo progetto in Italia nato sulla scia di 826 Valencia, scuola di scrittura creativa no profit creata a San Francisco dallo scrittore Dave Eggers e dall’educatrice Ninive Calegari, Si rivolge a bambini e ragazzi in età scolare in diretta collaborazione con le istituzioni scolastiche. Lavora perché i libri e i luoghi della cultura, come i Musei, siano accessibili e inclusivi.

Iscrizioni